Spaesati

SPAESATI
the Fine Art of Doing Something Together

a cura di Patrizia Giambi

collaborazione organizzativa Agnese Tonelli

Opere di: Barbara Baroncini, Alvise Bittente, Fiore+Penzo, Sophie Franza,  Patrizia Giambi, Elena Hamerski, Daniela Manzolli, Jean-Francois Paquay

L’idea della mostra nasce da un quadro che c’è in Accademia a Venezia dove un vascello carico di personaggi molto pittoreschi, forse pirati, non si sa dove sta andando. Noi siamo artisti in cerca di un destino, e come farebbe dire Hugo Pratt a Corto, niente è meglio di Venezia per perdersi in un labirinto…

Spaesati, quindi… forse… con l’occhio libero di vagare e anche di riguardare il consueto con nuovo sguardo indagatore e di costruire nuove relazioni, con un fare consapevole che diventa esso stesso progetto, l’arte di fare qualcosa assieme.

L’idea è che la galleria diventi un contenitore di idee, grazie ad un calendario di incontri all’ora dell’aperitivo. Nel programma si alternano Sue Spaid, critico internazionale, che svilupperà il tema del Doing Something Together, agli psichiatri Luca Caldironi e Cristina Marogna, che si occuperanno dei meccanismi della mente nello spaesamento.
Qualche nota sugli artisti coinvolti:

Barbara Baroncini è borsista al Collegio Venturoli di Bologna

Alvise Bittente è uno degli artisti più conosciuti della scena emergente veneziana.

Sophie Franza pittrice francese da anni residente alla Giudecca, ha esposto tra l’altro alla Bevilacqua La Masa www.sophiefranza.com

Patrizia Giambi è reduce dalla mostra se di-segno al Padiglione Esprit Nouveau di Bologna durante Arte Fiera 2014 e recentemente ha diretto un workshop all’Accademia di Belle Arti di Bologna www.patriziagiambi.it

Elena Hamerski giovane laureanda all’Accademia di Belle Arti Bologna, ha vinto il Premio Terna Giovani 2012

Daniela Manzolli conduce una ricerca sull’arte utilizzando come media privilegiato il video. È docente di tecnologia mutimediale a Verona e Piacenza

Jean-Francois Paquay è un artista belga dedito soprattutto alla scultura in ceramica e ad esperimenti di Farming Art. Recentemente ha brevettato il metodo di agricoltura Portager di cui perlerà in galleria.

Penzo+Fiore nascono come duo nel 2009. La loro ricerca artistica si esprime attraverso performance, installazione e fotografia. Curatorialmente danno vita a progetti attivatori in contesti di margine, spesso sottoutilizzati. Vivono e lavorano tra Venezia e Berlino.

Sue Spaid è tra i più conosciuti critici e curatori della scena americana. È stata Curator al Cincinnati Museum of Contemporary Art e Direttore del Museo di Arte Contemporanea di Baltimora. Ha pubblicato Ecovention e Green Acres che è una mostra attualmente in corso itinerante nei musei americani. È regular contributor per la rivista americana d’arte ArtUS

opening venerdì 2 maggio ore 18

da sabato 3 a domenica 18 maggio 2014, dalle 16 alle 20

Incontri in galleria ore 18:

3 maggio Sue Spaid, The Fine Art of Doing Something Together

4 maggio Jean-Francois Paquay

9 maggio Luca Caldironi, Cristina Marogna, Spaesa-menti